Un po’ di me: il Sud

Il Sud è la mia terra brulla e arsa, la cantilena del mare e il sussurro del vento, le case basse e il cielo lassù immobile e blu… non esiste un altro cielo così, non esiste un’altra luce così che ti invade e sorprende. La mia personale bussola segna sempre sud e qui mi rifugio… qui sono tornata dopo gli anni universitari alla ricerca di un equilibrio ormai perso nei denti di un pettine che non camminava più fra i miei capelli e le mie esigenze. Ma bando alle ciance… una pagina scritta un po’ di tempo fa (ma viva più che mai in me) spiega meglio le mie suggestioni… anche se ho capito che il mio sud non si chiama solo Puglia, il sud è Sud… è Sud sempre e per sempre e il sud è anche la dimensione della mia anima…la mia personale camera a sud!
303232_2315093087057_1925852_n (1)
Sud 
E’ notte, sono in viaggio.
In viaggio come la corrente elettrica attraverso i fili, in viaggio come acqua che discende a valle, in viaggio come aironi in cerca d’estate.
Viaggio di notte, viaggio nella notte… verso sud, verso casa, sì! Perché la mia casa è a sud e il sud è la mia casa, il sud geografico e il sud dell’anima.
Il sud che mi manca quando sono via, il sud da cui sono andata via… il sud che ho imparato ad amare solo dopo averlo lasciato… ma questa è un’illusione: il sud non si lascia lasciare, il sud canta e si fa ascoltare. Il sud canta è ti chiama… lenta nenia o voce argentina e squillante che sia. Il sud balla, è un’invasata che percuote la terra con i piedi e quelle percosse le senti, ti raggiungono ovunque tu sia.
Anche se il sud me lo porto dentro, mi manca quando non lo vivo… mi manca la terra brulla, la vegetazione bassa e arsa, le tamerici e gli ulivi… il profumo delle arance e il profumo del pane… mi manca il mare, mi manca il sale, mi manca il sole.
Sono le 04.53 e una sottile aurora bagna l’orizzonte…siamo in Puglia, lo sento nell’aria e il paesaggio fuori dal finestrino me ne da conferma… niente più montagne, solo il Tavoliere attorno a me, a perdita d’occhio e laggiù in fondo si increspa il mare.
Il sud, la mia casa… il sud geografico e il sud dell’anima… perché anche l’anima ha un sud ed è la nostra parte più vera, sincera… il nostro sole di dentro, dove nasce il riso schietto e l’istinto al canto… il canto come quello di Capossela …
“Sud, fuga dell’anima
tornare a sud di me
come si torna sempre all’amor”
SUD, sono tornata.

25 risposte a “Un po’ di me: il Sud”

  1. Ultimamente ascolto spesso quest’altra canzone:

    Che ne pensi?

    Liked by 1 persona

  2. Ciao Wwayne,
    questa canzone è una piacevole scoperta e ti ringrazio per avermene dato la possibilità. Il testo è molto interessante, mi piace come Moby Dick e la sua storia siano spunto e pretesto per poi alludere a situazioni in cui ciascuno di noi può riconoscersi. Ecco, diciamo che ho trovato questa Moby Dick molto “umana”… e l’ho sentita molto vicina, quasi un riflesso per certi versi. Musicalmente pure mi intriga, mi piacciono molto le chitarre e la maniera in cui la canzone si apre sul ritornello:
    “E vola via sopra un vascello fantasma
    e vola via verso una terra promessa
    Moby Dick bada a te se t’innamorerai”

    Bella!

    Mi piace

  3. Aahh ma sei Pugliese anche tu… pure io… Ecco perché mi è piaciuto subito il tuo blog… Ciao, Piero

    Liked by 1 persona

  4. Io temo di essere molto nordica, nel complesso… però sicuramente condividiamo almeno una cosa: il mare. Quando torno da un viaggio in luoghi dove non c’è il mare, mi accorgo di quanto mi è mancato. Se dovessi mai vivere altrove, spero sempre sia comunque un luogo col mare 🙂

    Liked by 1 persona

  5. Ho messo del tempo a leggere questo tuo “approdo al sud”…l’avevo capito, come ricorderai già nei nostri scambi…quanta pienezza di emozioni nella nostra terra…grecia, oriente, saraceni…popoli di mare annunciati da caldi venti di scirocco…cia Pag.

    Liked by 1 persona

  6. Solo (Scherzo) perchè sei del sud come me ti inserisco nella mia pagina degli ospiti( spero che tifaccia piacere!)
    https://celapossiamofareblog.wordpress.com/pagina-degli-ospiti/

    Il 9 Marzo 2016 è uscito il mio nuovo ebook Fili di Felicità Edizioni Il Pavone
    Fili di felicità
    https://celapossiamofareblog.wordpress.com/category/bene-condiviso/

    Non ti chiedo di acquistarlo ma se ti fa piacere, di pubblicizzarlo attraverso i tuoi canali ed i tuoi amici. GRAZIE in anticipo.
    Nb:Il 50% del mio guadagno, lo donerò ad una associazione che aiuta i bambini!
    https://celapossiamofareblog.wordpress.com/category/bene-condiviso/
    A presto
    Massimiliano

    Mi piace

  7. Ciao ti scrivo qui per informarti che ti ho nominato per il liebster award, se ti va di rispondere alle mie domande mi fa davvero piacere 🙂

    Liked by 1 persona

  8. Il Sud la terra del sud senza la quale l’Italia non avrebbe il colore è la ricchezza dei sentimenti che ci arrivano dal cuore caldo del sole e del mare del Sud.

    SheraPiemontesinabella

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...