Tag

, , , , , , , , , , , , , , , , ,

Passeggiare per Martina Franca è sempre un piacere e lo diventa ancor di più quando il Caso ti porta a decidere di esplorare una stradina che dai pressi dello storico Bar Tripoli scende giù e, passo dopo passo, fa scoprire stradine non note ai convenzionali itinerari di commerciali, turistici e quant’altro… e lì trovi il Terra Terra – Questione di Radici.

Il Terra Terra non è molto grande, non offre ampi spazi, ma è caldo, accogliente e piacevole… ti fa sentire immediatamente a tuo agio e, quest’ultima cosa, non è, poi, così scontata quando si va in un locale. Al Terra terra la ricercatezza va a braccetto con la semplicità e l’innovazione con la tradizione: sono i piatti in menù (lo “scazzico”, le crepes, la carne) a raccontarlo e a confermarlo ci pensa il palato. La carta dei vini non è ampissima, ma offre una gamma di etichette e vitigni scelti con attenzione. Buoni anche i dolci e i distillati.

L’atmosfera si fa magica al Terra Terra nelle serate musicali e talvolta sembra di essere in un posto che non esiste nella realtà, ma solo nei film.
Il personale, soggetto a variazioni di umore a seconda della serata (per carità, nulla di grave… siamo umani!), resta comunque sempre cordiale, attento e, generalmente, disponibile.

La sala vera e propria è arredata con mobili in in arte povera, fotografie in bianco e nero, sedie sospese, luminosa e calda. Piccola stanza di ingresso con bancone in legno e cucina quasi a vista.

Prezzi nella norma (antipasto, crepe, calice di vino 15 euro circa), naturalmente i prezzi variano se si prende qualcosa in meno o di diverso, ma resta comunque un ottimo rapporto qualità/prezzo.

Recensioni. Tra le recensioni, ho letto di diversa gente che ha lamentato lunghe attese nel servizio… onestamente a me non è mai capitato, o per lo meno l’attesa non era mai assurda… ma – tra l’altro – penso che quando si esce e si sta in buona compagnia che fretta c’è?

Annunci