Tag

, , , , , , , , , , , ,

Maurits Cornelis Escher (Lewardeen, 1898 – Laren, 1972): incisore, grafico, artista ecclettico, amato da musicisti come i Rolling Stones (che volevano disegnasse la copertina di un loro disco) e i Pink Floyd (che non si sottrassero dall’ammirare le sue “immagini interiori”) e adorato dai matematici (che negli anni ’50 lo elessero loro icona per la capacità di rappresentare con le sue opere “il dato reale attraverso la legge che lo governa”). A ben guardare, definirlo un artista, può risultare riduttivo visto lo spaziare dei suoi campi di interesse dalla geometria alla cristallografia, dagli studi sulle leggi della percezione visiva alle intuizioni scientifiche che gli fanno precorrere la teoria dei frattali. Escher, osservatore attento e curioso della natura, si lascia guidare dalle sue personalissime intuizioni rintracciando la Bellezza nella regolarità geometrica della realtà resa, nelle sue opere, attraverso rappresentazioni astratte e visionarie. Il suo percorso artistico deve molto alle intuizioni donategli dai luoghi in cui ha vissuto che lo portano a far proprie dapprima la placida orizzontalità della sua terra d’origine (L’Olanda), in seguito l’ondulazione dei paesaggi senesi e l’inquietudine frastagliata del mare di Tropea (Escher soggiornò in Italia attraversandola in lungo e largo tra il 1922 e il 1936) per poi giungere, in Spagna, all’ipnosi delle tassellature moresche e l’aprirsi – quindi – a un’ulteriore nuova visione degli infiniti piani geometrici. A Escher è dedicata una mostra antologica allestita a Roma nella suggestiva cornice del Chiostro del Bramante, visitabile fino al 22 febbraio 2015. In esposizione ci sono oltre centocinquanta opere che riassumono efficacemente i nodi tematici della vicenda umana e artistica dell’olandese. Inoltre alla mostra è possibile, attraverso tre esperienze percettive e sei giochi, «vivere le illusioni ottiche insite nei lavori del grande artista, dando la possibilità di capirne l’origine e i meccanismi.» *(1)

Per ulteriori informazioni: http://chiostrodelbramante.it/info/escher/

Giorno e Notte - xilografia

Giorno e Notte – xilografia

Mano con sfera riflettente

Mano con sfera riflettente

*(1) – Ciacci Gianluca, Escher, 2014

Annunci